A ogni donna il suo jeans



Asos
Chi non ha almeno un paio di jeans nel proprio armadio?
C’è chi non riuscirebbe a portare pantalone diverso dal jeans e chi invece ha difficoltà ad indossarlo, del resto i modelli proposti sono talmente tanti che all’idea di provarli tutti per trovare quello giusto può essere demoralizzante.
Innanzitutto vale sempre la regola dei pregi/difetti: individuiamo la parte delle gambe che più ci piace e quella che vorremmo mascherare.
Una volta trovati questi due punti possiamo iniziare la ricerca del nostro jeans!
 
Se il difetto principale è la pancetta sarà meglio evitare la vita bassa per scongiurare strabordamenti di ciccetta, mentre invece sarà consigliabile contenerla in una vita alta.
Se vi piacciono le cinture scegliete un modello semplice e non troppo vistoso altrimenti l’attenzione si concentrerà proprio sul punto vita!

Love Moschino

Se il vostro difetto maggiore sono fianchi e glutei prorompenti evitate le tasche posteriori con applicazioni, paillettes, ricami ecc, mentre per quelle anteriori sarebbe meglio evitare le tasche verticali perché tendono ad allargarsi e quindi creano ancora più volume.
È sconsigliata la vita bassa perché se i glutei sono abbondanti riempiono tutto il tessuto creando una fessurina di vuoto all’altezza dell’osso sacro e di conseguenza si vedrebbe l’intimo, meglio quindi scegliere un modello regolare con vita normale.
 
Se invece il vostro problema maggiore sono le gambe corte tutta l’attenzione dovrà essere sull’orlo: i jeans non dovranno essere troppo lunghi, ma dovranno fermarsi all’altezza dell’inizio del tacco di cui non potrete fare a meno. Se vi piace e avete una bella caviglia, potrete optare per uno skinny jeans con un paio di risvoltini sull’orlo in modo da far vedere la caviglia e la scarpa che dovrà avere un bel tacco, ma senza esagerare per evitare l’effetto trampoli.

Zara

Se le gambe storte sono il vostro cruccio è necessario che non vi facciate attrarre da skinny & co. perché accentuerebbero il problema, meglio scegliere jeans regolari dalla gamba dritta o modello palazzo. Per quanto riguarda la lunghezza andate sul classico ed evitate risvolti o tre quarti.
 
Quando parliamo di jeans pensiamo subito al pantalone, ma abbiamo a disposizione tanti altri capi: shorts, minigonne, gonne, camicie, giubbini, abiti e accessori. Personalmente lascerei sugli scaffali dei negozi le camicie e gli abiti perché per quanto il modello possa essere attuale a me fanno sempre troppo anni ’80!
Per quanto riguarda shorts e mini li terrei per il mare, entrambi perfetti per andare e venire dalla spiaggia, ma non oltre. Se vi piacciono shorts e mini e ve li potete permettere, preferite tessuti più importanti in modo tale da dare un valore aggiunto a un pezzo di tessuto così succinto.
Il mitico giubbino in jeans rientra nella “categoria dei forse”, a meno che non troviate un modello davvero unico e originale, lasciatelo perdere per dar spazio a giubbini realizzati in tessuti più interessanti. Non mi soffermo neanche un attimo sulle salopette, da escludere sempre, anche in gravidanza e pure se state imbiancando casa!

G-Star

Tra gli accessori invece eviterei le borse in jeans, a meno che non si tratti di un modello super cool, magari in edizione limitata a cui proprio non potete rinunciare. Ricordatevi però che la stagione successiva potrebbe diventare molto facilmente demodè, quindi valutate bene il vostro acquisto.
Per quanto riguarda le calzature, via libera invece alle zeppe in jeans adatte per un look casual da giorno, da abbinare un po’ con tutto.
In ogni caso da evitare sempre il total look in jeans..non vi devo certo dire perché :-)

Commenti

  1. Io amo i jeans, li porto quasi tutti i giorni! (estate a parte dove invece metto solo gonne!)

    RispondiElimina
  2. Si può spendere qualche parola sui jeans da donna a vita bassa o sono argomento "NO COMMENT"? :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha certo si può parlare anche di vita bassa, sicuramente torneranno di moda e in giro qualche modello si trova sempre...hanno il difetto di far strabordare la ciccetta del girovita, quindi sono da usare con cautela :-)

      Elimina
  3. Mannaggia scusa mi ha fatto riscrivere il commento e ho confuso le parole ..intendevo i jeans a cavallo basso da donna :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ok.. allora confermo.. sì quelli fanno parte della categoria NO COMMENT :-)

      Elimina

Posta un commento