Righe: istruzioni per l'uso

Indosso un abito HanselGretel collezione p/e 2014


Verticali, orizzontali, diagonali, spesse, sottili, asimmetriche… sono tanti i modi per indossarle, ma alcune possono essere pericolose per le nostre forme.
Scegliere ad esempio un top o una t-shirt dalle righe spesse ed orizzontali se abbiamo un fisico a mela (con le rotondità intorno al girovita) non è una scelta felice: sembreremmo subito più rotonde! Stesso discorso vale se avete il seno prosperoso e non volete metterlo troppo in mostra, ovviamente sarà di aiuto anche una scollatura modesta.
Se siamo a pera (fianchi e glutei generosi): no a gonne e pantaloni con righe orizzontali perché allargherebbero ancora di più. In questo caso  meglio scegliere gonne e pantaloni dalle tinte scure e unite o al massimo micro fantasie, ad esempio delle righe sottili verticali possono aiutare a slanciare senza ingrassare. Molto importante sarà anche evitare dettagli importanti come applicazioni e ricami sulle tasche posteriori.
Vale lo stesso discorso se il vostro fisico è a clessidra e quindi avete seno e fianchi importanti.
Il vostro punto forte è  la vita quindi un top o una blusa a righe verticali andrà benissimo.
Se il vostro fisico è senza forme e siete quindi una donna rettangolo, privilegiate le righe verticali e diagonali, ma non come total look: scegliete una combinazione che preveda la parte superiore con le righe e quella inferiore in tinta unita o viceversa.
Se invece mancano del tutto le curve? Possiamo finalmente usare le righe orizzontali, anche spesse, senza preoccupazioni! In questo caso infatti sembrare un po’ più in carne non sarà un problema e con i giusti accorgimenti si creerà un effetto ottico “riempitivo” nei punti giusti.
Scegliete il punto da valorizzare e vestitelo  con delle belle righe orizzontali, meglio su base chiara, per rafforzare l’impressione di avere qualche centimetro in più.
Tenendo sempre in mente gli accorgimenti basati sul vostro tipo di fisico, ricordate che le righe verticali allungano quindi sceglietele per il top se avete il busto corto e per le gonne o i pantaloni per allungare le gambe.
 
Little Mistress (fonte immagine Asos)

Preso nota di questi accorgimenti passiamo al look: come abbinare le righe?
Il total look può essere un po’ azzardato, a meno che non si tratti di una tuta o un abito, si rischia facilmente il look da carcerato e proprio non ci piace!
Elegantissimo invece l’outfit caratterizzato da una blusa impalpabile nei toni del black&white  abbinata a pantaloni a palazzo o capri neri o bianchi, di rigore ovviamente un sandalo alto o una decolletè.
Perfette anche con il look inverso: blusa in tinta unita e pantaloni a righe spesse che allungheranno le vostre gambe.
Non potete rinunciare ai leggings? Provateli a righe verticali, ma attenzione alle righe storte, infatti il tessuto stretch del leggings facilmente storpia la stampa stessa.
Righe e fiori come li vedete insieme? Per un look particolare e sbarazzino non disdegniamo abbinamenti azzardati, ma sempre nei colori giusti (rivedi QUI la rubrica sui colori).


Sisley (fonte immagine Asos)

Commenti

  1. Yes! Seguirò questo preziosi consigli. No a righe orizzontali. ^----^

    RispondiElimina
  2. Yes! Seguirò questo preziosi consigli. No a righe orizzontali. ^----^

    RispondiElimina

Posta un commento