Quanto è difficile trovare un cappello vegan!


Kiabi

Ciao ragazze, come vi dimostro ormai da tempo, essere vegan e alla moda non è per niente complicato, ma se c'è un accessorio che mi mette in difficoltà è il cappello!
I berretti in versione vegan non sono diffcili da trovare, ma i cappelli a tesa larga, quelli da strafiga... quelli sì che sono un pò più complicati da trovare, in questo caso infatti sono praticamente sempre in lana. Ma io non mollo e qualcosina di interessante sono riuscita a trovarlo, spero troviate il vostro cappello ideale in questa selezione.

Ho iniziato la mia ricerca con il marchio vegan Vaute Couture, che mi piace un sacco e ha diversi cappelli (ma anche cappotti bellissimi) senza lana e di buona fattura. In questo caso purtroppo i prezzi non sono alla portata di tutti, un cappello infatti costa intorno ai 150 dollari. Ho cercato allora dei cappelli a prezzi più bassi sugli e-commerce a cui mi affido solitamente (Topshop, Zalando e Asos) e neppure qui ho trovato nulla. Poi ho fatto un giro su Etsy e ho scovato questa stilista turca, Askida, che realizza a mano dei cappelli vegan davvero belli con prezzi intorno ai 40 euro, sono sicura piacerà anche a voi!
Dopo aver passato in rassegna tutti i siti di negozi più o meno low cost che tutte conosciamo (con pessimi risultati), sono giunta sul sito di Kiabi e con grande sorpresa ho trovato una vasta selezione di cappelli a tesa larga, qui i prezzi sono davvero molto bassi.
Insomma chi cerca trova :-) Ciao ragazze, a domani!

Kiabi
Kiabi 
Kiabi
Kiabi
Kiabi
Stradivarius
Esprit (fonte immagine Asos)
Vaute Couture
Vaute Couture
Vaute Couture
Askida
Askida 
Askida
Askida


----------------------------------------------------------------------------------------------------------




Commenti

  1. Alcuni di questi modelli sono veramente molto belli e glamour!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? a me piacciono un sacco :-)
      Ciao cara!

      Elimina
  2. Scusa, ma il pannolenci è fatto con la lana. Su Kiabi dunque i cappelli sono di pannolenci, ovvero di lana. Che dici a proposito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cara, quando si compra on line, oltre alla descrizione generica, bisogna leggere la composizione perchè è quello che effettivamente fa fede. Sull'etichetta non troverai mai scritto pannolenci, ecopelle o simili...perchè è la composizione che ne determina il materiale di cui è composto effettivamente il capo o l'accessorio. Per intenderci, è quello che trovi scritto sull'etichetta una volta in negozio. Nel caso di questo cappello in particolare non c'è traccia di lana. un abbraccio

      Elimina
  3. Ciao!
    Io sto disperatamente cercando il modello di Stradivarius!
    Sapete come recuperarlo o qualcuno ce l'ha da vendermi perché non lo usa più?!
    Mi piace moltissimo!
    Grazie
    Francesca da Bergamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Francesca, io non saprei aiutarti, ma se mi capita di vederne in giro te lo faccio sapere!

      Elimina

Posta un commento